Telecamere PTZ, 360°, Multidirezionali o UHD. Quale telecamera di Videosorveglianza scegliere?

03 Nov 2020

Pensando ai progettisti di sistemi che si trovano davanti ad una tale varietà di opzioni al momento di selezionare le telecamere più adatte a monitorare grandi aree, Uri Guterman, Head of Product & Marketing per Hanwha Techwin Europe, ci illustra i vantaggi di alcuni dei formati di telecamera più idonei.


 

Che Tipo di Telecamera di Videosorveglianza Soddisfa le tue Esigenze?

 

XNP-6400RW

Telecamere PTZ

Le telecamere PTZ sono sempre state utilizzate per applicazioni di videosorveglianza di centri urbani e aree estese come parcheggi, centri commerciali, stadi e magazzini permettendo agli operatori di seguire i movimenti degli oggetti e ingrandire digitalmente la scena per osservare in dettaglio qualsiasi attività.

La capacità di monitorare in modo proattivo un evento e zoomare per verificare cosa sta accadendo, mette l’operatore nelle condizioni di decidere rapidamente quale sia la reazione più appropriata da intraprendere. Inoltre, molte telecamere PTZ sono dotate di auto-tracking, panoramica continua e posizionamento con preset, quindi le immagini di un oggetto in movimento vengono catturate e registrate anche quando gli operatori sono distratti o lontani dalle proprie postazioni.

 

tnb-9000 8k camera

Telecamere 8K

I recenti progressi nella tecnologia di videosorveglianza hanno permesso ai progettisti di sistemi di utilizzare diversi tipi di telecamere a seconda dell’applicazione. La definizione e nitidezza delle immagini catturate dalle telecamere di videosorveglianza 8K, ad esempio, è letteralmente stupefacente.

Nella pratica però, pochissimi utenti andranno a scegliere telecamere 8K solo per monitorare l’intero campo visivo. Il valore di queste telecamere deriva dal fatto che la definizione 8K equivale a 16 immagini Full HD da 1080 pixel. Ciò significa che una singola telecamera può catturare una grande quantità di informazioni, consentendo agli operatori di zoomare digitalmente in una parte molto piccola della scena senza che l’immagine risulti minimamente pixellata. Per questo, uno stadio da calcio è un ottimo esempio in cui una telecamera 8K può essere davvero sfruttata al meglio, in quanto permetterebbe di catturare immagini di valore probatorio di oltre 20.000 tifosi accalcati in una tribuna. Visto il suo rapporto prezzo/prestazioni la telecamera 8K è un’alternativa praticabile all’installazione di più telecamere fisse o PTZ.

 

A ciuscuno il suo

Quando si tratta di decidere se la telecamera più adatta ad una determinata posizione è una 8K ad altissima risoluzione o PTZ dipende molto dallo scopo ultimo dell’utente finale. In pratica, una telecamera 8K è un’opzione ad alte prestazioni che offre risultati impressionanti se si vuole aver la possibilità di registrare in continuazione l’intero campo visivo della telecamera e lasciando allo stesso tempo la possibilità ad un operatore di ingrandire un’area di interesse specifica.Tuttavia, le telecamere PTZ sono un’opzione ideale per monitorare costantemente un’area molto estesa, avendo se necessario la possibilità di zoomare sull’area desiderata per osservare i particolari della scena.

Le telecamere PTZ si dimostrano la scelta migliore anche quando si predilige il monitoraggio in tempo reale alla registrazione di video a scopo probatorio e, altrettanto importante, l’ultima generazione di telecamere PTZ è dotata di tecnologia IR adattiva che regola l’angolazione dei LED IR integrati della telecamera in base al livello di zoom.

 

PNM-9085RQZ-GIF

Telecamere multisensore e multidirezionali

Le telecamere multidirezionali offrono in genere le funzionalità di due, tre o quattro telecamere di videosorveglianza in un singolo corpo camera e tuttavia, poiché dispongono di una sola connessione IP, richiedono l’acquisto di una sola licenza VMS.

I modelli dotati di due obiettivi sono progettati per monitorare due aree simultaneamente catturando immagini ad alta definizione da angolazioni diverse. A seconda del campo visivo richiesto è possibile scegliere tra diverse tipologie di ottiche intercambiabili che possono essere facilmente montate sul posto da un installatore. Queste telecamere multi-streaming riducono sensibilmente i costi normalmente associati all’installazione di due telecamere singole per coprire, ad esempio, un’area ad L come le due sezioni di un corridoio ad angolo o i due lati di un edificio.

Sono disponibili anche telecamere multidirezionali dotate di quattro sensori separati, che consentono agli operatori di scegliere tra una vasta gamma di impostazioni di angolazione e zoom personalizzabili per ciascun sensore. Ciò permette ai system integrator e agli utenti finali di utilizzare meno cavi, canaline e hardware di montaggio rispetto all’attrezzatura di solito necessaria a installare quattro diverse telecamere in grado di fare lo stesso lavoro. Inoltre, meno dispositivi sulla rete richiedono anche meno switch.

Le immagini catturate dai quattro sensori, appositamente progettati per monitorare ampi spazi aperti, permettono di assemblare un’unica immagine panoramica fino a 220°.

A semplificare ulteriormente l’installazione troviamo i modelli dotati di stabilizzatori gimbal PTRZ motorizzati, che consentono di impostare il campo di visione della telecamera regolando l’angolo di panoramica, inclinazione e zoom dell’obiettivo a distanza, riducendo così i tempi di intervento specificato.

 

 PTZ integrato

Alcuni produttori, come Hanwha Techwin, offrono telecamere multi-sensore a 4 canali con una telecamera PTZ aggiuntiva che può essere configurata per seguire e zoomare automaticamente sull’oggetto in movimento o per spostarsi su una posizione preimpostata configurata dall’utente quando la funzione motion detector di uno dei quattro sensori della telecamera rileva un movimento.

L’aggiunta di una telecamera PTZ consente agli utenti di abbassare ulteriormente i costi rispetto all’acquisto, l’installazione e la manutenzione di 5 telecamere diverse altrimenti necessarie per coprire un’area estesa, ma mantenendo lo stesso livello di funzionalità.

 

Telecamere a 360⁰

Di solito una sola telecamera a 360 gradi rappresenta la maniera più efficiente ed economica per monitorare un’ampia area, in particolare nei casi in cui normalmente sarebbero necessarie un gran numero di telecamere standard per evitare eventuali punti ciechi. Queste telecamere sono anche un’opzione adatta a negozi al dettaglio e altri ambienti in cui è necessaria una soluzione discreta.

Rispetto ad altri tipi di telecamere poi, i modelli a 360 ⁰ permettono di risparmiare sui costi di manutenzione poiché non hanno parti mobili.

La maggior parte delle telecamere a 360° o “fisheye” offre una gran varietà di modalità di visualizzazione alternative tra cui panorama singolo, panorama doppio e visualizzazione quadrupla. È inoltre probabile che siano dotate di un PTZ digitale, per consentire agli operatori navigare all’interno di aree specifiche della ripresa e zoomare per un maggiore dettaglio, continuando contemporaneamente a monitorare l’intera scena a 360 gradi.

Alcune di queste le telecamere hanno la funzionalità di de-warping integrata, altrimenti la distorsione dell’immagine dovuta all’obiettivo fish-eye può essere corretta con un software di gestione video come Wisenet WAVE.

 

L’imbarazzo della scelta

Con così tanti formati di telecamere tra cui scegliere, consulenti, progettisti di sistemi e system integrator si trovano di fronte ad un’ardua impresa per decidere quali telecamere soddisfano al meglio i requisiti di uno specifico progetto di videosorveglianza.

Di solito la decisione può essere presa logicamente tramite il processo di valutazione dei rischi e tenendo conto dei requisiti operativi del cliente finale. Una telecamera 8K, ad esempio, sembrerebbe la scelta più ovvia quando è necessario monitorare grandi gruppi di persone in aree aperte, mentre le telecamere multidirezionali sono ideali per catturare immagini di aree adiacenti. Le telecamere PTZ potrebbero rivelarsi più vantaggiose in applicazioni in cui è necessario visualizzare le immagini in tempo reale, in quanto forniranno agli operatori un alto livello di controllo e consentiranno loro di monitorare in modo proattivo il movimento delle persone. Un altro aspetto da non sottovalutare è poi il loro maggiore effetto deterrente.

In realtà, è probabile che sia necessaria una combinazione di due o più di questi tipi di telecamere per la maggior parte delle applicazioni di alta sicurezza o mission critical e c’è una moltitudine di altri fattori da considerare prima di decidere quali sono le telecamere più adatte per uno specifico progetto. Alcuni di questi fattori potrebbero essere, ad esempio, la risoluzione dell’immagine o se è necessario disporre dell’illuminazione IR incorporata per poter catturare immagini di alta qualità indipendentemente dai livelli di illuminazione. Altri fattori importanti da tenere in considerazione dovrebbero essere la necessità di analisi video e la capacità di supportare applicazioni specialistiche di terze parti, ma anche la larghezza di banda supportata.

Come sempre, il miglior consiglio è di collaborare con produttori che si ritengono affidabili e di richiedere dimostrazioni dal vivo dei vari tipi di telecamera. Ciò consentirà di formulare un giudizio obiettivo su quali telecamere hanno un rapporto prezzo / prestazioni che soddisfa i requisiti specifici del progetto da realizzare.