X

We regret to inform you that the DDNS service for SHR and SPR DVR models will be permanently discontinued, effective 1st January 2021.

Click Here

La Vision di Hanwha Techwin: i 5 Trend più significativi nel mercato della Videosorveglianza Professionale

E’ tempo di bilanci e di pianificazione per il prossimo futuro e, con questo articolo, Hanwha Techwin intende condividere la propria vision sull’andamento del mercato della Videosorveglianza Professionale, indicando 5 trend che saranno fondamento dei prossimi sviluppi.


 

Trend nella Videosorveglianza per il 2021: i primi 5 secondo Hanwha Techwin

  1. Crescita delle soluzioni AI edge-based con potenziale illimitato delle app

Un vantaggio chiave dei dispositivi edge è la loro capacità di eseguire applicazioni software specifiche onboard, migliorando l’efficienza delle risorse, riducendo i tempi di elaborazione e minimizzando i requisiti della larghezza di banda della rete. Con ulteriori funzionalità ora incluse nelle soluzioni basate su algoritmi di Artificial Intelligence ad apprendimento automatico edge-based, si prevede un grande aumento nel numero di applicazioni reali e di conseguenza di dispositivi installati con capacità di analisi onboard.

L’approccio di Hanwha Techwin sará quello di rafforzare ulteriormente la capacitá di processo presente sull’Open Platform delle telecamere, introducendo logiche di AI e Deep Learning, collaborando con partner tecnologici per creare ecosistemi mirati ad applicazioni verticali, scalabili e in grado di soddisfare le mutevoli richieste dei clienti in maniera tempestiva.

Convinta che l’edge diventerà una open platform, Hanwha Techwin intende rafforzare la sua open platform basata su AI e collaborare con i partner tecnologici per creare ecosistemi che siano intuitivi, scalabili e in grado di soddisfare le mutevoli richieste dei clienti in maniera tempestiva.

 

  1. Estensione dell’open platform

Hanwha Techwin è membro fondatore della Open Security & Safety Alliance (OSSA), un’iniziativa che ha unito organizzazioni sulla stessa lunghezza d’onda con l’obiettivo di definire le specifiche di una piattaforma comune per le soluzioni di sicurezza. Nel corso del 2021, lavoreremo con altri membri dell’OSSA per creare un framework standardizzato e accessibile, che fornirà la flessibilità necessaria per realizzare soluzioni integrate che rispondano ai requisiti di aree o utenti specifici.

Oltre a collaborare con altri membri dell’OSSA, Hanwha Techwin intende accrescere ulteriormente la compatibilità e l’interfunzionalità dei suoi prodotti open-platform all’interno dell’ecosistema della videosorveglianza. Ciò sarà possibile integrando applicazioni edge specifiche, soluzioni VMS e Cloud sviluppate da partner tecnologici terzi e ci consentirà di offrire un’ampia gamma di soluzioni ottimizzate che offriranno benefici pratici e un valore aggiunto significativo ai sistemi di videosorveglianza.

 

Video Surveillance Trends 2021

 

  1. Il Cloud sarà adottato più ampiamente come strumento di analisi aziendale

La migrazione su piattaforme Cloud è ormai un trend consolidato, consentendo maggiori funzionalità e flessibilità nelle infrastrutture e nella gestione di dati ed applicativi. Nel nostro ambito, la crescita nel numero di dispositivi edge implementati presuppone che il Cloud rivesta un ruolo importante anche come mezzo per gestire in sicurezza tali dispositivi e il numero elevato di dati necessari per fornire la business intelligence.

Hanwha Techwin intende introdurre una soluzione Cloud che consentirà agli utenti di gestire con maggiore facilità i prodotti Wisenet IP network e di monitorarne lo stato in tempo reale. E, altrettanto importante, la soluzione genererà report che consentiranno di ottenere una migliore comprensione della situazione e dati aziendali derivanti dai risultati delle informazioni analizzate che sono state acquisite in corrispondenza di ogni edge.

 

  1. La sicurezza informatica diventerà ancora più cruciale con l’aumento dell’uso dei dispositivi edge

La Cybersecurity riveste ormai un ruolo importante anche nel mercato della Videosorveglianza Professionale.

La quantitá di dati ed informazioni a valore aggiunto generate dalle telecamere “intelligenti” richiedono anche una particolare attenzione per quanto riguarda la tutela e la sicurezza del dato stesso.

Nel 2020, con il lancio del processore Wisenet7, Hanwha Techwin ha incluso funzionalità di sicurezza informatica ad un livello elevato rispetto allo standard di mercato, certificato dal fatto che le nuove telecamere dotate di processore Wisenet7, hanno ottenuto la certificazione UL Cybersecurity Assurance Program (UL CAP).

 

  1. Rispetto per la privacy e la protezione dei dati

Il GDPR in Europa e il CCPA negli Stati Uniti hanno attirato l’attenzione sulla necessità per le aziende che acquisiscono dati personali di mettere in atto procedure adeguate per la tutela della privacy.

Nel settore della videosorveglianza, il problema di proteggere le informazioni di identificazione personale basate su dati video è molto sentito. Occorre adottare un approccio equilibrato che garantisca la conformità alle normative sulla privacy, sfruttando al tempo stesso al meglio gli ultimi avanzamenti tecnologici e i dati che questi ultimi consentono di acquisire.

Hanwha Techwin si impegna ad assistere gli utenti a conformarsi alle normative in materia di privacy. Il nostro software di gestione dei video SSM e WAVE, il software di video-editing e masking Smart Cover of Privacy (S-COP) e la soluzione Video Privacy Management (VPM) sono tutti progettati per aiutare gli utenti ad adeguarsi alle normative, pur continuando a ottenere il massimo vantaggio dalle telecamere e dalle soluzioni di registrazione Wisenet.

“Rapporti di ricerca di mercato indipendenti e i feedback dei clienti confermano queste predizioni,” ha affermato Jeff (Chae Won) Lee, Managing Director di Hanwha Techwin Europe. “Il nostro team di R&D ha lavorato affinché questi aspetti vengano rispettati dai nostri prodotti e dalle nostre soluzioni, indipendentemente che vengano utilizzate in applicazioni complesse, mission critical o per usi in ambito aziendale, retail o controllo del territorio. Il tutto per fornire oggi soluzioni pronte ai prossimi sviluppi, che garantiscano una scalabilitá futura per la tutela dell’investimento negli anni.”

Hanwha Techwin presenta i Public View Monitor Wisenet con telecamera integrata


Hanwha Techwin ha lanciato una nuova gamma di Public View Monitor (PVM) dotati di una telecamera da 2 megapixel con connessione criptata, progettati per utilizzo in ambito retail, completi di telecamera integrata che consente il “live view” delle immagini su monitor. Disponibili con schermi da 10″, 27″ e 32″, i tre nuovi PVM sono progettati per essere posizionati all’ingresso, lungo le corsie o presso le casse dei negozi.

Dotati di uno slot per schede di memoria SD/SDHC/SDXC fino a 512 GB, i PVM permettono ai gestori del negozio di visualizzare sugli schermi informazioni come annunci dei fornitori, promozioni di prodotti a marchio proprio e offerte speciali.

Per impostazione predefinita, alla grafica visualizzata sullo schermo viene sovrimpresso un messaggio lampeggiante “Registrazione in corso” per informare sul fatto di essere ripresi da una telecamera. Gli operatori possono facilmente personalizzare il messaggio configurandone le dimensioni, il colore, l’opacità e il posizionamento sul monitor.

Wisenet Public View Monitors

 

Face Detection

Supportati dalle piattaforme di gestione video Wisenet WAVE e SSM, nonché dagli NVR Wisenet e conformi allo standard ONVIF, i PVM possono essere programmati in modo da registrare le immagini catturate dalle telecamere in maniera continua o quando l’analisi video integrata rileva un viso o del movimento.

La funzione di rilevamento del viso e del movimento può anche essere configurata per far passare il display alla modalità di visualizzazione “live”. In questo modo le persone saranno in grado di vedersi sul monitor mentre entrano o camminano lungo una corsia del negozio divenendo consapevoli di essere osservate. Trascorso il tempo specificato, il display tornerà a visualizzare la presentazione impostata.

I PVM, che possono essere integrati con sistemi di tagging (EAS), possono essere inoltre completati da plug-in aggiuntivi per applicazioni specifiche come, ad esempio, analisi di business intelligence o verifica delle regole di distanziamento all’interno di un’area.

Le capacità di ripresa in condizioni di scarsa illuminazione dei nuovi PVM, unite alla tecnologia Wide Dynamic Range (WDR) con prestazioni fino a 150 dB, consentono alla telecamera integrata di acquisire immagini nitide e definite anche in ambienti con illuminazione ad alto contrasto, ad esempio all’ingresso di negozi dove l’illuminazione della luce solare può essere molto intensa.

 

Power over Ethernet

I tre PVM possono essere alimentati tramite la rete elettrica convenzionale a 12 V DC, inoltre il Wisenet SMT-1030PV offre anche la possibilità di utilizzare la tecnologia Power over Ethernet (PoE +) in mancanza di una presa elettrica nelle vicinanze. Un cavo ethernet di massimo 100 m è sufficiente sia a fornire l’alimentazione all’SMT-1030PV che per le comunicazioni di rete.

I tre nuovi PVM Wisenet, che possono essere montati utilizzando supporti VESA standard, sono i seguenti:

  • SMT-1030PV: monitor da 10 ” retroilluminato a LED con display con risoluzione 1024 x 600.
  • SMT-2730PV: monitor da 27” retroilluminato a LED con ingresso HDMI e display Full.
  • SMT-3230PV: monitor da 32” retroilluminato a LED con ingresso HDMI e display Full HD.

 

Strategia di prevenzione

“Dato che i rivenditori al dettaglio fanno sempre più affidamento sui PVM nel loro approccio strategico alla prevenzione delle perdite, abbiamo progettato i nostri nuovi modelli per rendere semplice e veloce, oltre che conveniente, installarli in un gran numero di negozi,” ha affertmato Uri Guterman, Head of Product & Marketing per Hanwha Techwin Europe.

“Essendo gli unici PVM disponibili che, per garantire la sicurezza informatica e la protezione dei dati, sono dotati di una telecamera completamente integrata e collegata tramite il protocollo SSL, non necessitano l’installazione e il collegamento di una telecamera di supporto a parte. Inoltre, grazie all’intuitiva interfaccia utente di cui sono dotati, i gestori di negozi possono subito riuscire a sfruttare appieno le funzionalità dei PVM, compresa la possibilità di utilizzare il monitor a fini pubblicitari e come insegna utilizzando la modalità presentazione.”

Nuova termocamera Bi-Spectrum per il rilevamento della temperatura con certificazione IEC 60601

La nuova termocamera Wisenet TNM-3620TDY, grazie al sensore termografico associato ad una telecamera ad alta definizione e alla capacità di analisi video AI Deep Learning, rappresenta una soluzione affidabile, precisa e semplice da utilizzare per applicazioni legate al contenimento della pandemia da COVID-19.


La Wisenet TNM-3620TDY è un dispositivo multicanale che incorpora una termocamera di classe QVGA e una videocamera da 2 megapixel ed è quindi in grado di rilevare il calore e misurare la temperatura con un grado di precisione fino a 0,3 gradi, fornendo al contempo una verifica visiva delle persone all’interno del suo campo di ripresa.

 

Grazie al supporto della funzionalità di rilevamento dei volti basata su Deep Learning, la TNM-3620TDY è in grado di misurare in tempo reale la temperatura di fino a 10 persone a una distanza di 3 m, lasciando agli operatori la scelta se visualizzare le immagini termiche o le immagini standard ad alta definizione.

 

Certificazione IEC 60601

La TNM-3620TDY è conforme allo standard IEC 60601, una serie di raccomandazioni tecniche che garantiscono la sicurezza e le prestazioni essenziali delle apparecchiature elettromedicali, pubblicate dalla Commissione Elettrotecnica Internazionale (IEC). Inoltre, Hanwha Techwin ha completato il processo di registrazione della struttura presso la FDA e la TNM-3620TDY è attualmente in fase di registrazione in base alla FDA 510 (k).

tnm-6320tdy, thermal camera

Rilevazione del calore

In modalità radiometrica, la termocamera è in grado di rilevare e misurare i cambiamenti di temperatura nell’intervallo da -20 ° C a 130 ° C con un alto grado di precisione. Questo la rende utilizzabile in diversi ambiti applicativi.

Grazie all’elevato range entro cui avviene il rilevamento della temperatura, la nuova telecamera puó essere utilizzata anche, ad esempio, per controllo di impianti di gestione rifiuti e discariche oltre che per la rilevazione in tempo reale di eventuali eventi in ambienti come impianti industriali e produttivi o magazzini di stoccaggio alimentare, dove un cambiamento della temperatura potrebbe essere indice di un problema.

 

L’esclusiva tecnologia WiseStream II

TNM-3620TDY supporta i formati di compressione H.265, H.264 e MJPEG, ed è dotata di WiseStream II, una tecnologia di compressione complementare che controlla dinamicamente la codifica dei dati, bilanciando qualità e livello di compressione in base alla quantità di movimento presente nella ripresa.

Quando WiseStream II viene combinata alla compressione H.265 l’efficienza delle risorse di rete può essere migliorata fino ad oltre il 75% rispetto alla tecnologia H.264.

 

Altre funzionalità distintive sono:

  • La telecamera di videosorveglianza da 2 megapixel dispone, inoltre, di una suite di funzionalità di analisi video intelligente (IVA) che comprende manomissione, rilevazione direzione, linea virtuale, entrata/uscita, rilevazione audio e motion detector.
  • La TNM-3620TDY dispone di uno slot per schede di memoria Micro SD/SDHC/SDXC che permette di archiviare localmente fino a 256 GB di video o dati in caso di interruzione della rete, eliminando il rischio di perdere preziose prove video in quanto i dati possono essere recuperati al ripristino della connessione di rete.
  • PoE + (IEEE802.3at) e 12 V DC.

Jeff Lee nominato nuovo Managing Director di Hanwha Techwin Europe

Hanwha Techwin Europe ha annunciato la nomina di Jeff (Chae Won) Lee a nuovo Managing Director.


Dopo aver lavorato per il gruppo Hanwha per più di 21 anni, e negli utlimi mesi come Sales Director di Hanwha Techwin Europe, con un Master in Amministrazione Aziendale, vanta un curriculum contraddistinto da diversi raggiungimenti di obiettivi strategici all’interno del gruppo e una grande esperienza e conoscenza di ambiti di business ad alto potenziale.

Jeff assume il ruolo di Managing Director andando a sostituire Bob (H.Y.) Hwang Ph.D., che fa ritorno in Corea per ricoprire un altro ruolo dirigenziale.

Jeff Lee, Managing Director, Hanwha Techwin Europe

“Sono felice che mi sia stata offerta la possibilità di guidare il team professionale, esperto e talentuoso di Hanwha Techwin Europe,” ha detto Jeff Lee. “Tutti si impegnano a supportare la nostra formidabile linea di soluzioni di videosorveglianza offrendo i livelli più elevati possibili di assistenza pre e post-vendita.

“Creare collaborazioni e guadagnarsi la fiducia dei system integrator e dei distributori è sempre stato alla base dell’operato di Hanwha Techwin Europe. A questo fine, credo fermamente che il successo costante della nostra azienda possa essere garantito assicurandosi di operare sempre con integrità e di eccellere in tutto ciò che facciamo, oltre a offrire prodotti e soluzioni di straordinaria qualità.

 

Miglioramento continuo, innovazione costante e leadership di mercato

“Sono certo che con il prezioso supporto dei nostri partner commerciali e tecnologici in tutta Europa, otterremo un grande successo nel 2021. La nostra gamma esistente di prodotti e soluzioni Wisenet offre innumerevoli opportunità di soddisfare o persino superare le aspettative degli utenti finali. Sfrutteremo anche i più recenti avanzamenti tecnologici, come l’Intelligenza Artificiale Deep Learning, per sviluppare nuove entusiasmanti soluzioni di videosorveglianza, che permetteranno ai nostri partner commerciali di ampliare ulteriormente la loro fetta nel mercato della videosorveglianza.”

App Wisenet QR Scanner: un ausilio smart per i system integrator

Le informazioni acquisite dall’app Wisenet QR Scanner possono essere utilizzate per creare una distinta materiali (BOM).


Nell’ottica di fornire ai propri partner supporti e modalitá operative sempre piú smart ed innovative, Hanhwa Techwin ha implementato la nuova App Wisenet QR Scanner che consente di creare rapidamente un elenco di tutti i dispositivi Wisenet associati a uno specifico progetto, semplicemente scannerizzando il QR Code presente sulle confezioni dei prodotti.

L’App, scaricabile dall’Apple App Store e da Google Play su qualsiasi dispositivo mobile, è in grado di acquisire informazioni come nome modello, numero di serie e indirizzo MAC su tutta l’ultima generazione di prodotti Wisenet. Queste informazioni possono quindi essere utilizzate per creare una distinta materiali (BOM) utile a verificare che un ordine sia stato correttamente evaso e successivamente che tutti i dispositivi siano stati installati.

Wisenet QR Scanner App v1.0

Scarica l’App da App Store (iOS)
Scarica l’App da Google Play Store (Android)

Inoltre, le informazioni acquisite dall’App possono essere esportate nel software Wisenet Device Manager e modificate per consentire ai tecnici d’installazione di configurare i prodotti, aggiornare il firmware, modificare le password e molto altro.

“Siamo alla continua ricerca di nuovi modi per semplificare la vita ai nostri clienti,” ha affermato Uri Guterman, Head of Product & Marketing di Hanwha Techwin.

“Quindi siamo contenti di poter sfruttare una tecnologia di scansione QR accurata e consolidata nel settore per poter ridurre i tempi di installazione e minimizzare i costi.”

Wisenet WAVE integrato con ACT Enterprise

Integrazione tra Videosorveglianza Hanwha Techwin e Controllo Accessi Vanderbilt.


L’integrazione sviluppata tra la piattaforma software di controllo accessi ACT Enterprise di Vanderbilt e il software di gestione video (VMS) Wisenet WAVE di Hanwha Techwin permette agli operatori di visualizzare e quindi verificare immediatamente gli eventi e l’attività di controllo accessi direttamente su ACT Enterprise.

ACT Enterprise è una piattaforma software che permette un agevole monitoraggio e gestione dei sistemi di controllo degli accessi ACTpro, tra cui interfacce controller per porte abilitate via web e lettori di schede MiFare e / o DESfire.

Grazie a questa integrazione gli operatori della sala di controllo non hanno più bisogno di utilizzare due piattaforme software diverse per verificare visivamente gli eventi di controllo accessi. Gli operatori possono invece visualizzare comodamente le immagini live o registrate associate a un accesso direttamente da ACT Enterprise. Se, ad esempio, una porta è stata forzata, basta che un operatore faccia clic con il tasto destro del mouse sull’evento elencato in ACT Enterprise per poter riprodurre immediatamente il relativo evento registrato tramite Wisenet WAVE.

 

Wisenet WAVE

Grazie alla funzione auto-discover che consente di rilevare e configurare le telecamere e i dispositivi IP di terze parti collegati alla rete in pochi minuti, monitorare video ad alta definizione con Wisenet WAVE è semplice e immediato. Tra le funzionalità principali di Wisenet WAVE troviamo un comando PTZ virtuale che consente agli operatori di agire sull’immagine tramite zoom e osservare in dettaglio qualsiasi attività sospetta in pochi click. L’ultima versione del software, WAVE 4.1, permette anche di inviare a dispositivi mobili notifiche push di eventi di allarme definiti dall’utente. Il supporto per le telecamere Wisenet AI consente di ricercare caratteristiche di oggetti o persone con un grado di accuratezza forense filtrando i metadati registrati.

 

Partnership Tecnologica

“I sistemi di videosorveglianza Wisenet e ACT Enterprise vengono sempre più spesso usati in combinazione all’interno dello stesso progetto. È proprio questo che ci ha spinti a lavorare a stretto contatto con il team Vanderbilt per fare in modo che le rispettive soluzioni possano interagire in maniera più efficiente possibile,” ha affermato Uri Guterman, Head of Product & Marketing for Hanwha Techwin Europe. “Questo è un esempio eccellente di due leader del mercato globale che collaborano per garantire ai propri clienti comuni di ottenere in modo pratico ed efficiente il massimo valore dal loro investimento in una soluzione di sicurezza.”

Commentando il successo dell’integrazione, Michael Moyna, Senior Product Manager di Vanderbilt, ha dichiarato:

“Questa integrazione consente un esame più preciso del sistema video relativo all’evento di controllo accessi. Inoltre, evita all’operatore di doversi recare alla sala di controllo per recuperare il filmato, dato che può essere visualizzato direttamente all’interno di ACT Enterprise. Questo, ovviamente, offre un ulteriore livello di praticità agli utenti del sistema.”

Facciamo luce sul WDR

Uri Guterman, Head of Product & Marketing di Hanwha Techwin Europe, spiega come i recenti progressi nella tecnologia Wide Dynamic Range stanno contribuendo in maniera significativa all’efficacia dei sistemi di videosorveglianza.

 

Le straordinarie immagini offerte dall’ultima generazione di telecamere di videosorveglianza IP hanno raggiunto un livello di definizione inimmaginabile fino a pochi anni fa.

Tuttavia, la qualità di queste immagini può essere influenzata sensibilmente dalle diverse condizioni di illuminazione che possono verificarsi nel campo visivo di una telecamera. All’interno della stessa scena possono esserci aree molto luminose e sezioni estremamente buie. Questo scenario è piuttosto comune nelle aree d’ingresso degli uffici e nelle vetrine dei negozi dove la luce solare che penetra attraverso le finestre ha un’intensità molto diversa rispetto all’illuminazione interna. L’entità di questa differenza tra livelli di luminosità è definita come gamma dinamica.

Maggiore è il livello di gamma dinamica, più sarà difficile per una telecamera catturare immagini in cui si ha una visione chiara sia dell’interno di un edificio che delle persone che vi entrano. Non usando il WDR, un’immagine con aree sotto o sovraesposte potrebbe far sembrare buio il pavimento di un negozio o rendere impossibile catturare immagini utilizzabili di chiunque attraversi un ingresso troppo luminoso.

È per questo che oggi il Wide Dynamic Range (WDR) è tra le caratteristiche principali offerte dalla maggior parte delle telecamere di videosorveglianza professionali. Il WDR serve a bilanciare le differenze d’illuminazione, un obiettivo che è possibile raggiungere in diversi modi. Il primo consiste nel prendere campioni dei pixel che formano un’immagine e utilizzare algoritmi matematici per “calcolare” quali dovrebbero essere i colori delle diverse aree dell’immagine.

Il secondo metodo, il più preciso, prevede la rapida acquisizione di più versioni della stessa immagine, ciascuna con un livello di esposizione diverso. Quasi tutte le telecamere dotate di WDR catturano un fotogramma sottoesposto e uno sovraesposto della stessa scena, questi vengono poi elaborati simultaneamente per produrre un’immagine ottimizzata.

Il WDR avanzato integrato nelle telecamere Wisenet X da 2 megapixel ha ulteriormente migliorato il secondo metodo utilizzando 4 frame per creare un’immagine più naturale fino a 150 dB e a 30 immagini al secondo. Inoltre, integra una tecnologia innovativa che elimina la sfocatura che può verificarsi usando il WDR convenzionale. Ciò che ha reso possibile tutto questo è l’enorme potenza di elaborazione del chipset, che contraddistingue i modelli di telecamere Wisenet X.

Wisenet7 WDR

Wisenet7 WDR 

Il WDR raggiunge la sua massima espressione con la recente introduzione di Wisenet7, il chipset proprietario di Hanwha Techwin. Questo chipset è dotato di extremeWDR, l’ultima tecnologia WDR multi-frame di Hanwha Techwin che permette di sfruttare al massimo il contrasto dell’immagine per vedere chiaramente ogni dettaglio anche in ambienti con forti controluce. ExtremeWDR utilizza una serie di nuove tecnologie, tra cui Local Contrast Enhancement che “allunga” il contrasto di qualsiasi immagine analizzando i dati dei pixel vicini e Scene Analysis che gestisce la gamma dinamica e affina il tono generale dell’immagine.

Anche se il WDR è solo una delle numerose funzionalità elencate nella scheda tecnica di una telecamera, non bisogna sottovalutare il contributo che può dare all’efficacia di un sistema di videosorveglianza. In effetti, qualsiasi forma di WDR offrirà qualche vantaggio, ma se si intende posizionare le telecamere in aree con condizioni di illuminazione variabili sarà sempre opportuno valutare attentamente ciò che il produttore afferma di poter fornire.

Telecamere PTZ, 360°, Multidirezionali o UHD. Quale telecamera di Videosorveglianza scegliere?

Pensando ai progettisti di sistemi che si trovano davanti ad una tale varietà di opzioni al momento di selezionare le telecamere più adatte a monitorare grandi aree, Uri Guterman, Head of Product & Marketing per Hanwha Techwin Europe, ci illustra i vantaggi di alcuni dei formati di telecamera più idonei.


 

Che Tipo di Telecamera di Videosorveglianza Soddisfa le tue Esigenze?

 

XNP-6400RW

Telecamere PTZ

Le telecamere PTZ sono sempre state utilizzate per applicazioni di videosorveglianza di centri urbani e aree estese come parcheggi, centri commerciali, stadi e magazzini permettendo agli operatori di seguire i movimenti degli oggetti e ingrandire digitalmente la scena per osservare in dettaglio qualsiasi attività.

La capacità di monitorare in modo proattivo un evento e zoomare per verificare cosa sta accadendo, mette l’operatore nelle condizioni di decidere rapidamente quale sia la reazione più appropriata da intraprendere. Inoltre, molte telecamere PTZ sono dotate di auto-tracking, panoramica continua e posizionamento con preset, quindi le immagini di un oggetto in movimento vengono catturate e registrate anche quando gli operatori sono distratti o lontani dalle proprie postazioni.

 

tnb-9000 8k camera

Telecamere 8K

I recenti progressi nella tecnologia di videosorveglianza hanno permesso ai progettisti di sistemi di utilizzare diversi tipi di telecamere a seconda dell’applicazione. La definizione e nitidezza delle immagini catturate dalle telecamere di videosorveglianza 8K, ad esempio, è letteralmente stupefacente.

Nella pratica però, pochissimi utenti andranno a scegliere telecamere 8K solo per monitorare l’intero campo visivo. Il valore di queste telecamere deriva dal fatto che la definizione 8K equivale a 16 immagini Full HD da 1080 pixel. Ciò significa che una singola telecamera può catturare una grande quantità di informazioni, consentendo agli operatori di zoomare digitalmente in una parte molto piccola della scena senza che l’immagine risulti minimamente pixellata. Per questo, uno stadio da calcio è un ottimo esempio in cui una telecamera 8K può essere davvero sfruttata al meglio, in quanto permetterebbe di catturare immagini di valore probatorio di oltre 20.000 tifosi accalcati in una tribuna. Visto il suo rapporto prezzo/prestazioni la telecamera 8K è un’alternativa praticabile all’installazione di più telecamere fisse o PTZ.

 

A ciuscuno il suo

Quando si tratta di decidere se la telecamera più adatta ad una determinata posizione è una 8K ad altissima risoluzione o PTZ dipende molto dallo scopo ultimo dell’utente finale. In pratica, una telecamera 8K è un’opzione ad alte prestazioni che offre risultati impressionanti se si vuole aver la possibilità di registrare in continuazione l’intero campo visivo della telecamera e lasciando allo stesso tempo la possibilità ad un operatore di ingrandire un’area di interesse specifica.Tuttavia, le telecamere PTZ sono un’opzione ideale per monitorare costantemente un’area molto estesa, avendo se necessario la possibilità di zoomare sull’area desiderata per osservare i particolari della scena.

Le telecamere PTZ si dimostrano la scelta migliore anche quando si predilige il monitoraggio in tempo reale alla registrazione di video a scopo probatorio e, altrettanto importante, l’ultima generazione di telecamere PTZ è dotata di tecnologia IR adattiva che regola l’angolazione dei LED IR integrati della telecamera in base al livello di zoom.

 

PNM-9085RQZ-GIF

Telecamere multisensore e multidirezionali

Le telecamere multidirezionali offrono in genere le funzionalità di due, tre o quattro telecamere di videosorveglianza in un singolo corpo camera e tuttavia, poiché dispongono di una sola connessione IP, richiedono l’acquisto di una sola licenza VMS.

I modelli dotati di due obiettivi sono progettati per monitorare due aree simultaneamente catturando immagini ad alta definizione da angolazioni diverse. A seconda del campo visivo richiesto è possibile scegliere tra diverse tipologie di ottiche intercambiabili che possono essere facilmente montate sul posto da un installatore. Queste telecamere multi-streaming riducono sensibilmente i costi normalmente associati all’installazione di due telecamere singole per coprire, ad esempio, un’area ad L come le due sezioni di un corridoio ad angolo o i due lati di un edificio.

Sono disponibili anche telecamere multidirezionali dotate di quattro sensori separati, che consentono agli operatori di scegliere tra una vasta gamma di impostazioni di angolazione e zoom personalizzabili per ciascun sensore. Ciò permette ai system integrator e agli utenti finali di utilizzare meno cavi, canaline e hardware di montaggio rispetto all’attrezzatura di solito necessaria a installare quattro diverse telecamere in grado di fare lo stesso lavoro. Inoltre, meno dispositivi sulla rete richiedono anche meno switch.

Le immagini catturate dai quattro sensori, appositamente progettati per monitorare ampi spazi aperti, permettono di assemblare un’unica immagine panoramica fino a 220°.

A semplificare ulteriormente l’installazione troviamo i modelli dotati di stabilizzatori gimbal PTRZ motorizzati, che consentono di impostare il campo di visione della telecamera regolando l’angolo di panoramica, inclinazione e zoom dell’obiettivo a distanza, riducendo così i tempi di intervento specificato.

 

 PTZ integrato

Alcuni produttori, come Hanwha Techwin, offrono telecamere multi-sensore a 4 canali con una telecamera PTZ aggiuntiva che può essere configurata per seguire e zoomare automaticamente sull’oggetto in movimento o per spostarsi su una posizione preimpostata configurata dall’utente quando la funzione motion detector di uno dei quattro sensori della telecamera rileva un movimento.

L’aggiunta di una telecamera PTZ consente agli utenti di abbassare ulteriormente i costi rispetto all’acquisto, l’installazione e la manutenzione di 5 telecamere diverse altrimenti necessarie per coprire un’area estesa, ma mantenendo lo stesso livello di funzionalità.

 

Telecamere a 360⁰

Di solito una sola telecamera a 360 gradi rappresenta la maniera più efficiente ed economica per monitorare un’ampia area, in particolare nei casi in cui normalmente sarebbero necessarie un gran numero di telecamere standard per evitare eventuali punti ciechi. Queste telecamere sono anche un’opzione adatta a negozi al dettaglio e altri ambienti in cui è necessaria una soluzione discreta.

Rispetto ad altri tipi di telecamere poi, i modelli a 360 ⁰ permettono di risparmiare sui costi di manutenzione poiché non hanno parti mobili.

La maggior parte delle telecamere a 360° o “fisheye” offre una gran varietà di modalità di visualizzazione alternative tra cui panorama singolo, panorama doppio e visualizzazione quadrupla. È inoltre probabile che siano dotate di un PTZ digitale, per consentire agli operatori navigare all’interno di aree specifiche della ripresa e zoomare per un maggiore dettaglio, continuando contemporaneamente a monitorare l’intera scena a 360 gradi.

Alcune di queste le telecamere hanno la funzionalità di de-warping integrata, altrimenti la distorsione dell’immagine dovuta all’obiettivo fish-eye può essere corretta con un software di gestione video come Wisenet WAVE.

 

L’imbarazzo della scelta

Con così tanti formati di telecamere tra cui scegliere, consulenti, progettisti di sistemi e system integrator si trovano di fronte ad un’ardua impresa per decidere quali telecamere soddisfano al meglio i requisiti di uno specifico progetto di videosorveglianza.

Di solito la decisione può essere presa logicamente tramite il processo di valutazione dei rischi e tenendo conto dei requisiti operativi del cliente finale. Una telecamera 8K, ad esempio, sembrerebbe la scelta più ovvia quando è necessario monitorare grandi gruppi di persone in aree aperte, mentre le telecamere multidirezionali sono ideali per catturare immagini di aree adiacenti. Le telecamere PTZ potrebbero rivelarsi più vantaggiose in applicazioni in cui è necessario visualizzare le immagini in tempo reale, in quanto forniranno agli operatori un alto livello di controllo e consentiranno loro di monitorare in modo proattivo il movimento delle persone. Un altro aspetto da non sottovalutare è poi il loro maggiore effetto deterrente.

In realtà, è probabile che sia necessaria una combinazione di due o più di questi tipi di telecamere per la maggior parte delle applicazioni di alta sicurezza o mission critical e c’è una moltitudine di altri fattori da considerare prima di decidere quali sono le telecamere più adatte per uno specifico progetto. Alcuni di questi fattori potrebbero essere, ad esempio, la risoluzione dell’immagine o se è necessario disporre dell’illuminazione IR incorporata per poter catturare immagini di alta qualità indipendentemente dai livelli di illuminazione. Altri fattori importanti da tenere in considerazione dovrebbero essere la necessità di analisi video e la capacità di supportare applicazioni specialistiche di terze parti, ma anche la larghezza di banda supportata.

Come sempre, il miglior consiglio è di collaborare con produttori che si ritengono affidabili e di richiedere dimostrazioni dal vivo dei vari tipi di telecamera. Ciò consentirà di formulare un giudizio obiettivo su quali telecamere hanno un rapporto prezzo / prestazioni che soddisfa i requisiti specifici del progetto da realizzare.

Traghetti per l’isola di Wight

Trellisworks e Hanwha Techwin lavorano in partnership per fornire a Wightlink soluzioni di videosorveglianza efficaci, ad alte prestazioni e a prova di futuro.


Ci possono volere solo 22 minuti per navigare quel lembo di mare, ma trasportare ogni anno quasi 4,5 milioni di vacanzieri e isolani da e verso l’isola di Wight è una sfida enorme. Non vi sorprenderà quindi che per poter garantire viaggi sicuri ed efficienti Wightlink abbia investito nella più avanzata tecnologia di sicurezza video.

Il team del pluripremiato operatore di traghetti Wightlink sa bene come offrire agli isolani un servizio frequente e puntuale per l’Hampshire continentale e ai visitatori un modo semplice per godersi una piccola vacanza sull’isola. A partire dai suoi predecessori, Wightlink fornisce il servizio di collegamento via traghetti da e per l’Isola di Wight da oltre 160 anni.

Wightlink ferries

Essendo la maggiore compagnia navale ad operare sullo stretto del Solent, in un anno di navigazione Wightlink arriva tipicamente a compiere circa 45.000 corse su tre rotte contando su una flotta di sei traghetti per veicoli e passeggeri e due FastCats per soli passeggeri.

 

La tecnologia di videosorveglianza più avanzata

Il Managing Director di Hanwha Techwin Europe Bob (HY) Hwang Ph.D., si è recentemente recato a Portsmouth per vedere in prima persona come le telecamere Wisenet possano assistere Wightlink in quasi ogni aspetto delle proprie attività quotidiane. Bob è stato accompagnato da Jeff (Chae Won) Lee, Sales Director, e il Senior Strategic Sales Manager dell’azienda, Jon Hill.

Negli stabilimenti Wightlink di Portsmouth e Lymington e su tre delle navi della compagnia sono già state installate oltre 260 telecamere Wisenet. Essendo la sicurezza una priorità assoluta, alcune delle telecamere vengono utilizzate per individuare eventuali eventi relativi alla salute e alla sicurezza in uno dei terminal o a bordo delle navi.

In plancia invece, l’equipaggio di Wightlink sfrutta le immagini ad alta definizione catturate dalle telecamere impermeabili montate a prua e poppa delle navi per poter eseguire le manovre di attracco con grande precisione, in modo sicuro ed efficiente. Inoltre, le telecamere con supporto ANPR dislocate in diversi punti della nave permettono il transito regolare, l’identificazione e il monitoraggio dei veicoli in ogni fase del loro viaggio.

 

Un successo ottenuto grazie alla partnership

La giornata è stata organizzata da Jim Kernahan, amministratore delegato di Trellisworks, un system integrator con una vasta esperienza nella progettazione, installazione e manutenzione di soluzioni di videosorveglianza su rete IP, wireless e mobile. “La visita ha fornito a Bob (HY) Hwang e ai suoi colleghi un’eccellente opportunità per vedere come vengono utilizzate le capacità delle telecamere Wisenet”, ha affermato Jim. “Tuttavia, il nostro obiettivo principale era incontrare i membri del team Wightlink per capire come Trellisworks e Hanwha Techwin possano continuare a lavorare in partnership e aiutarli ad approfittare dei più recenti progressi tecnologici”.

Wightlink ferries

Mettere a frutto le tecnologie emergenti 

Stuart James, Marketing and Innovation Director di Wightlink, che ha il compito di ideare e guidare la strategia di miglioramento continuo dell’azienda decidendo con la sua esperienza in quali nuove tecnologie e sistemi investire, ha offerto una visita guidata delle strutture della società al porto di Portsmouth e del suo nuovo traghetto ad energia ibrida, il Victoria of Wight. “Sono stato lieto di guidare la visita e cogliere l’occasione per esprimere il nostro apprezzamento e soddisfazione per come Trellisworks e Hanwha Techwin abbiano lavorato insieme al nostro progetto”, ha affermato Stuart. “Soprattutto, siamo riusciti a individuare diverse buone idee su altri modi per sfruttare le telecamere esistenti”.

Le discussioni che sono seguite al tour si sono concentrate su come Wightlink potrebbe sfruttare le tecnologie più avanzate per migliorare ulteriormente la propria sicurezza, supportando il personale di terra e gli equipaggi delle navi, oltre a garantire che ogni passeggero possa godersi la sua piccola crociera sotto ogni aspetto. Tra le varie opzioni sono state prese in considerazione le applicazioni video specialistiche eseguibili a bordo delle telecamere Wisenet, come il conteggio dei passeggeri e la gestione code, e le soluzioni AI deep learning.

Commentando la visita, Bob (HY) ha affermato: “Siamo molto grati a Stuart per averci fornito una panoramica dettagliata dei requisiti operativi di Wightlink, e anche al CEO dell’azienda, Keith Greenfield, che è stato così gentile da trovare il tempo per venire a salutarci. Com’è comprensibile siamo lieti che un’azienda prestigiosa e ottimamente gestita come Wightlink abbia deciso di affidarsi ad Hanwha Techwin per ottenere soluzioni di sicurezza video efficaci e a prova di futuro. Non vediamo l’ora di lavorare ancora e rafforzare la nostra sinergia con Trellisworks, che fa parte del nostro programma di partnership STEP, per essere sempre in grado di superare le aspettative di Wightlink”.

Nuove telecamere Wisenet X PTZ PLUS

Soluzioni di videosorveglianza robuste e ricche di funzionalità con tracking basato sull’intelligenza artificiale.

Tracking basato sull’intelligenza artificiale, controllo PTZ preciso, precisione preset migliorata, illuminazione IR adattiva e sicurezza informatica avanzata sono solo alcune delle molte innovazioni integrate nelle nuove telecamere Wisenet X PTZ PLUS lanciate da Hanwha Techwin.

Progettate per la protezione perimetrale e per applicazioni in grandi spazi aperti come aeroporti, parcheggi, aree industriali, stadi e centri cittadini, le nuove telecamere da 2 MP, 6 MP e 4 K Wisenet X PTZ PLUS sono in grado di catturare immagini a una distanza di 200 metri indipendentemente dalle condizioni di illuminazione, grazie anche alla tecnologia IR adattiva che regola l’angolo dei LED IR della telecamera in modo che corrisponda al livello di zoom.

 

Il chipset Wisenet7

Il cuore delle nuove telecamere Wisenet X PTZ PLUS è Wisenet7, l’innovativo chipset proprietario di Hanwha Techwin che offre un insieme di tecnologie che migliorano significativamente la sicurezza informatica delle telecamere. Le telecamere possono inoltre contare su di un sistema proprietario di emissione certificati per dispositivi Hanwha Techwin che memorizza certificati unici nei prodotti Wisenet sia durante la fase di sviluppo che durante il processo di produzione.

Wisenet7 permette inoltre di acquisire immagini di altissima qualità con una funzione WDR (Wide Dynamic Range) “avanzata” che utilizza le tecnologie Local Contrast Enhancement e Scene Analysis per catturare immagini ultra-nitide in scene che presentano livelli molto alti ed estremamente bassi di luminosità.

PTZ PLUS

Auto-tracking

La funzione di tracking automatico basato su tecnologia AI permette agli operatori di monitorare i movimenti di persone o veicoli senza dover interagire con la telecamera stessa. In pochi click gli operatori possono programmare una telecamera in modo che segua automaticamente i movimenti di un oggetto specifico. Ciò è reso possibile dall’analisi video con deep learning che rileva e classifica persone e veicoli grazie agli algoritmi AI esclusivi di Hanwha Techwin.

 

Preset precisi

Durante il loro ciclo di vita, la maggior parte delle telecamere PTZ eseguiranno panoramiche e inclinazioni varie migliaia di volte e non è inusuale che si verifichino errori di posizionamento. Le telecamere Wisenet PTZ PLUS, che hanno una precisione di posizionamento preset di ± 0.1˚, sono in grado di rilevare se non sono puntate esattamente sul campo visivo specificato corregendo di conseguenza la posizione.

 

Altre caratteristiche importanti

  • I tergivetro incorporati rimuovono pioggia, nevischio o neve e attivano un riscaldatore sulla lente per asciugare l’acqua residua.
  • Un angolo di inclinazione verticale esteso fino a 110⁰ garantisce inoltre un campo di visione molto ampio.
  • I miglioramenti nel controllo manuale della funzionalità PTZ rendono molto più semplice per gli operatori eseguire lo zoom manuale per osservare in dettaglio gli oggetti da monitorare e seguirne il movimento.
  • Una funzione di salvataggio della messa a fuoco, che può essere applicata a 32 aree predefinite, permette ad una telecamera spostata in una nuova posizione di mettere rapidamente a fuoco l’immagine, indipendentemente dalle condizioni di illuminazione.

 

Pensata per gli installatori

Compatte e circa il 65% più leggere della maggior parte delle dome PTZ, le telecamere Wisenet X PTZ PLUS vengono installate su una piastra di montaggio e possono essere posizionate rapidamente e facilmente allineando i vari componenti sul supporto e fissandoli a incastro, garantendo quindi un’elevata ottimizzazione delle attività di installazione.

 

Qui sotto sono elencate le nuove telecamere Wisenet PTZ PLUS:

  • Wisenet XNP-9300RW: Telecamera PTZ con zoom ottico 30X 4K
  • Wisenet XNP-8300RW: Telecamera PTZ con zoom ottico 30X 6 MP
  • Wisenet XNP-6400RW: Telecamera PTZ con zoom ottico 40X 2 MP

“Stabilire un nuovo standard è una frase piuttosto inflazionata per il lancio di nuovi prodotti, ma credo che la si possa utilizzare davvero parlando di queste nuove telecamere,” ha affermato Uri Guterman, Head of Product & Marketing di Hanwha Techwin Europe. “I nostri eccellenti team di progettazione, sviluppo e produzione hanno messo in campo tutta la loro esperienza e sono riusciti a raggiungere risultati innovativi riguardo la capacità degli utenti di osservare in dettaglio e seguire qualsiasi attività o incidente sospetto con l’auto-tracking.”

Total technology security solutions provider